Home > Tag

Adozioni



Molti pensano che il mondo degli allevatori sia fatto solo di persone spregiudicate, altri ci guardano con occhi sempre buonisti. Allevare però, richiede tantissima capacità di adattarsi e di saper prendere decisioni difficili, a volte tanta umanità, a volte tanto rigore. Il detto 'il medico pietoso fece la piaga purulenta' non è mai stato tanto vero quanto può essere per gli allevatori, il non saper guardare in faccia la realtà, il mettere in riproduzione qualunque cane solo perché  molto amato, solo perché quello si ha a disposizione. Un allevatore deve sapere decidere invece, con estremo rigore, quale cane, al di là della bellezza, al di là del carattere, a volte al di là di tante cose, merita di avere una progenie.

Per questo motivo non sempre in allevamento possiamo permetterci di tenere tutti i cani che facciamo cominciare a crescere con noi; a volte abbiamo la necessità di valutarli nel tempo, di guardare come crescono, come si evolvono, e dopo decidiamo magari di darli, di trovare per loro una buona famiglia, ma ormai sono cresciuti, chi più e chi meno, e tante persone hanno falsi convincimenti su cani più grandi.

Il primo è che non si affezionino abbastanza: falso! Un cane si affeziona nella misura in cui viene amato, a qualunque età.

Il secondo è che non andrebbero mai abbastanza bene per una convivenza, quanto i cuccioli picccoli: falsissimo, un cane adulto è semplicemente un cane già formato, con pregi e limiti certo, un cane che possiamo guardare dritto in faccia nelle sue possibilità, nella sua bellezza, nella sua salute per giunta.

Un cucciolo di due mesi è sempre un punto interrogativo. Può sembrare bello e crescere meno bello di quanto si ipotizzava. Può sembrare sano e perfetto da cucciolo, ma tutti lo sono a due mesi, mentre un cane più cresciuto mette in evidenza ogni magagna fisica e sulla sua salute si può già indagare dando una certezza. Infine il carattere: se un cane ha un gran carattere, se è stato cresciuto bene, questo bene sarà capace di renderlo in egual misura.

Molte persone vogliono la soddisfazione di crescere un cucciolo, ma tante non hanno il tempo, le capacità per educarlo, e spesso per giunta non si vogliono o non possono permettersi di farsi aiutare da un educatore. Ecco tante buone ragioni per prendere un cucciolone già cresciuto o un adulto che magari è in allevamento che aspetta. Dico sempre che un allevatore che si rispetti è per forza di cose anche un qualcuno che aiuta gli animali gratuitamente, per puro cuore, che non c'è bisogno di andare a cercarsi chissà quale missione umanitaria, perché gliene capiteranno quante ne vuole. Ci saranno cani cresciuti con qualche difetto, cani recuperati nel momento in cui le famiglie adottanti chiedono di poterli restituire (per es. capita che coppie si separino e che nessuno dei due, da single, riesca a gestire il cane; capitano, ahimè, persone che si ammalano gravemente e che chiedono di prendersi cura del cane prima della loro ipotetica fine, ed infine, ci sono persone che a un  certo punto si sentono di aver fatto un passo falso, e nonostante le mille raccomandazioni fattegli, si trovano male col nuovo amico a quattro zampe, non riescono a gestirlo, seguirlo, amarlo, e preferiscono rinunciare).

Le ragioni per cui in allevamento capita di avere cani che non andranno mai in riproduzione eppure sono presenti, sono tantissime e le più svariate, ma questo non vuol dire che questi cani, non possano essere una fantastica chance per qualche altra persona. Il più delle volte questi cani vanno via a semplice rimborso spese, a volte in regalo, molto più raramente in vendita a cifre quali quelle dei cuccioli. E come mai se di un cucciolone o di un adulto si può sapere di più? Come mai se possiamo capirlo meglio in tutto, se ci è costato di più? Esclusi i casi in cui ci sia un problema di tipo sanitario e dunque i cani cercano una nuova famiglia che li accolga 'nonostante tutto', i cuccioloni o gli adulti, semplicemente non incontrano il gusto e la cattiva cultura degli italiani. Questo desiderio forte di plasmare la mente, è difficile se lo tolgano anche persone che sarebbe meglio non infondessero su nessuno, tutte le loro false teorie o i loro limiti.

Noi ahimè, dobbiamo tenere conto del mondo che ci circonda, della cultura che ci circonda, perché senza remunerazione non possiamo portare avanti neppure il discorso più logico e giusto. Amo parlare di cani, amo seguire le persone, per cui penso sugli adulti, di poter dare il meglio di me stesso, spiegando tutto ciò che so di cinofilia e di educazione, perché quando cedo un cucciolo, mi sto affidando anche io a delle speranze, a delle prospettive che a volte si rivelano solo buchi nell'acqua. Per questo invito chiunque sia in cerca di un cane adulto o giovane da adottare, a contattarmi privatamente per farsi conoscere e per iniziare un dialogo che possa permettere a me allevatore, di portare avanti con criterio il mio lavoro; ai miei cani, di trovare la giusta famiglia che si occupi soltanto di loro con infinito affetto come io purtroppo non posso fare per tantissimi, nemmeno volendo (senza contare delle possibilità economiche che occorrerebbero).

Infine, per sfatare il falso mito che un cucciolo sia sempre meglio, impariamo a guardare negli occhi i nostri limiti e le nostre possibilità e cominciamo a fare del bene vero, proprio nell'accettazione di questo. I prezzi dei cani a volte sono troppo alti proprio perché nessuno aiuta gli allevatori ad allevare bene. Tutti vogliono, vogliono, voglionoà Il cane più piccolo, il cane più grigio o senza macchie, il cane più lucido! Come fosse un oggettoà E tutta questa ignoranza la dobbiamo sopportare noi allevatori, che però alla fine abbiamo sempre il compito di rispettare la natura, di portare avanti i cani più forti e sani, di ottimo carattere, non di guardare il colore. Tutta questa ignoranza a volte, ci obbliga poi ad essere anche ingiusti nel chiedere il prezzo per un cucciolo piuttosto che un altro, perché sappiamo che alla fine saremo da soli a risolvere altri problemi che la gente non vuole mai affrontare.

Dobbiamo fare la cosa giusta, eppure, anche a noi ci si spezza il cuore se un cucciolo non cresce sano, se ci torna indietro dalla famiglia adottante, ed abbiamo bisogno che la gente ragioni col cervello soprattutto quando decide di adottare un caneà. Alle persone abbiamo il compito di dare compagni di vita sani e di ottimo carattere, adatti a loro, e questo è un lavoro, non un gioco. Non c'è bontà che tenga, non c'entra il cuore, occorre usare tantissimo raziocinio, tantissima umanità nell'immaginarsi come farebbero le nuove famiglie con un cane sbagliato, di carattere per loro impossibile, o peggioà.malato, magari senza avere le possibilità economiche per curarlo.

Tutto ciò è un lavoro, non è solo passione, perché richiede tantissimo sforzo e anche tanto denaro.

Aiutateci anche voi, a fare la cosa giusta, e fatela per voi stessi.

Aspettiamo vostre email di presentazione o richieste a castellanselmo@gmail.com oppure chiamate al 3384891677

Le foto dei cani che sarà possibile adottare non le metteremo tutte qui sul sito, ma ne parleremo in privato.

Grazie
foto ALLEVAMENTO DI CASTELL'ANSELMO
foto ALLEVAMENTO DI CASTELL'ANSELMO
foto ALLEVAMENTO DI CASTELL'ANSELMO
foto ALLEVAMENTO DI CASTELL'ANSELMO

Allevo cani da quando ero bambino (oggi che scrivo ho 47 anni) e non per modo di dire. Avevo 11 anni e una lupetta di nome Black, e dato che studiavo sul libro del Pastore Tedesco di Fiorenzo Fiorone con grande animo da quando di anni ne avevo sei, nessuno riusciva ad arrestarmi quando progettavo già i miei primi esperimenti di vita.
Potevano essere accoppiamenti di canarini come di tortore, io avevo studiato prima. Arrivavano persone di campagna coi calli del duro lavoro ad acquistare i miei animaletti, ed io mi mettevo a spiegar loro tutto quello che sapevo, dei piumaggi, della genetica, della copula, e loro arrossiti a guardarmi.
Era sui cani però, che i miei sogni volavano alto.
Da quando i cuccioli erano piccoli, provavo a verificare la riuscita dei miei accoppiamenti, che in realtà erano veri e propri sequestri.
I cani a quel tempo, giravano spesso liberi nei paesi, dunque non era difficile passando con la mia cagnolina in calore, attrarre il più bello di tutti :-) Nel corso del tempo sono cambiate (poco) le razze intorno a me, ho studiato medicina veterinaria pensando la mia vita dovesse essere quella, poi, arrivato alla mia tesi di laurea, ho fatto l'errore o la cosa giusta, nell'entrare in un allevamento di Cani Corso per portarla a termine cercando dei "campioni genetici". E là si è risvegliato il bambino che era in me, la passione per lo stare in campagna, circondato dai miei cani e il capirli.
Là è tornata la felicità, ed oggi sono quasi vent'anni che allevo quella razza che mi ha strappato il cuore, il Cane Corso, e con essi i Jack e Parson Russell Terrier, che avevo sempre attorno quando montavo a cavallo. Il border collie ci accompagna ogni tanto, con rare cucciolate, come già lo fece quando ero ragazzino e mio padre mi volle regalare un cane per i bei voti in prima superiore.
Essendo i cani tutta la mia vita, quando oggi presento i miei compagni di viaggio e i loro cuccioli, non amo mostrare la mercanzia, come fossi un bancarellaio che possa dare la scelta alle persone su ciò che per me è più prezioso.Il mio sito, i miei spazi social, sono volutamente confusi a volte, perchè voglio che la gente cerchi, voglio che provi a capire, voglio che da una foto immagini, e poi il resto voglio farlo io parlando, raccontando.
Non ho merce, non ho esseri perfetti, macchine, regali. Ho una storia, ho lo studio, ho l'infinito amore per ciò che faccio, e a volte sono io a dissuadere dal prendere un certo cucciolo, a volte sono io a preoccuparmi per le famiglie maggiormente di quanto non facciano loro per se stesse.
Quel che amo, è stabilire un rapporto, entrare in famiglia, avere un collegamento per sempre. Amo dare consigli, tutti quelli che posso per gli studi di veterinaria e l'esperienza acquisita, tutti quelli sull'educazione che il mio percorso formativo mi ha insegnato. Gli scambi di informazioni, di foto, di amore per i cani, non terminano con un acquisto, semmai iniziano là, e proseguono.
Io voglio saper tutto, rimanere in contatto, chiedo di aumentare l'amore per i miei cani tramite i racconti nelle loro nuove vite, di modo che il mio sogno di bambino si colori sempre di più... La prova più difficile, è quando le persone mi lasciano carta bianca per aiutarli a scegliere un cane per loro, perché là devo mettere in gioco tutto me stesso, tutta la mia esperienza, e sento il peso della responsabilità, ma con essa, maggiormente l'amore per il mio lavoro-passione. Mettere delle semplici foto, far scegliere zitti, vendere, e chi si è visto si è visto, sarebbe molto semplice, egoistico, scarico di responsabilità, ma quello non è un allevatore, quello non sono io....
Se l’allevamento si è aggiunto naturalmente all’amore per i cani, e con loro la veterinaria, altrettanto è avvenuto per l’educazione cinofila, portando a termine i primi brevetti coi cani, il primo corso di formazione, e tutto è in continuo divenire. Oggi il mio ruolo di allevatore ed educatore, si sta completando nell’insegnare ad altri a casa propria, come avere una cucciolata, come gestire uno o più cani, come scegliere i partners per i propri amici a quattro zampe e quali cani sia giusto valorizzare, quali no.
Per chi ama follemente la propria vita, la propria passione, è naturale parlare ad ogni momento di essa, dunque dal momento che lo facevo già istintivamente e naturalmente, ho deciso un bel giorno che il nuovo step del mio percorso lavorativo, sarebbe stato quello di educare gli altri a compiere scelte più difficili.
Non solo scegliere un cane, ma come prendersi cura del suo lato riproduttivo, caratteriale,delle vacanze, etc…
La mia formazione a 360 gradi da tanto tempo, mi permette di dialogare di cani in modo molto naturale. Non uso termini tecnici, non cerco di pavoneggiare o millantare chissà quale cosa. Quel che voglio, è rendere tutti un po’ come quel bambino curioso che ero io, di saper tutto degli animali, soltanto per amarli meglio, e ricevere da loro tutto ciò che sia possibile.

Francesco Mostacci allevatore nasce gia' bambino. La prima cucciolata organizzata da Egli stesso, risale al 1985, a soli 12 anni.

I tentativi di bimbo, furono sulla razza pastore tedesco, border collie e seguirono poi il Rough Collie dal 1991 anche con la partecipazione per le prime volte alle esposizioni canine e alcune cucciolate ancora amatoriali. Infine nel 2004 la decisione di divenire un allevamento riconosciuto Enci-Fci professionale, che nel giorno 22 dicembre prese il nome "di Castell'Anselmo", marchio riconosciuto a livello internazionale che accompagna sul pedigree, il nome di tutti i suoi cani.

Le razze allevate sono prettamente Cane Corso, Jack Russell Terrier, Parson Russell Terrier. Inoltre, alcuni splendidi esemplari di Border Collie presenti in allevamento, offrono la possibilità di vedere anche questa razza tra le cucciolate, anche se è nelle prime tre che l'allevamento soprattutto si riconosce.

Allevamento riconosciuto E.N.C.I ed F.C.I.

L'allevamento di Castell'Anselmo seleziona splendidi Cani Corso, Jack/ Parson Russell Terrier e Border Collie. Riconosciuto Enci-Fci, genitori controllati per le malattie ereditarie. Possibilità di consegna a domicilio. Graditi la conoscenza e lo scambio di informazioni per una scelta consapevole.

adozioni





Share page:

itenfrdees

ALLEVAMENTO DI CASTELL'ANSELMO


ALLEVAMENTO DI CASTELL'ANSELMO
Via La Fraschetta 61
56034 Casciana Terme (PI)
telefono ALLEVAMENTO DI CASTELL'ANSELMO  email ALLEVAMENTO DI CASTELL'ANSELMO


allevamento cane Corso, Jack Russell, Parson Russell, Border Collie
allevamento cane Corso, Jack Russell, Parson Russell, Border Collie



allevamento cane Corso, Jack Russell, Parson Russell, Border Collie facebook allevamento cane Corso, Jack Russell, Parson Russell, Border Collie youtube allevamento cane Corso, Jack Russell, Parson Russell, Border Collie instagram


Adozioni


ALLEVAMENTO DI CASTELL'ANSELMO
Tag


Sito Web www.italy.verbano-cusio-ossola.it membro di NetworkPortali.it | powered by: Any Web Marketing PISA [ Aggiungi la tua Azienda al Network di Portali ]
PisaOnline | Piazza Armerina | Hotels Web | Italia Search | powered by Internet Provider Pisa